ASSO.COOP.FIN

Associazione tra le cooperative finanziarie

 

PRESENTAZIONE

ATTIVITA'

DOCUMENTI

RIFERIMENTI

MODULISTICA UFFICIALE

AMMINISTRAZIONE

 

 

 

 

Aggiornamenti

in verde

 

Benvenuto

 

Enti e Cooperative Finanziarie costituite tra dipendenti pubblici rappresentano uno storico e ben collaudato modello di mutuo soccorso, riconosciuto dai Decreti emanati nel 1995 dal Ministero del Tesoro.

 

Con la direttiva 48 del 2008 l’Unione Europea ha consentito che gli Stati Membri possano tutelare l’organizzazione che risponda ai seguenti requisiti:

  1. è istituita per il reciproco vantaggio dei suoi membri;

  2. non realizza profitti per persone che non siano i suoi membri;

  3. persegue una finalità sociale in virtù della legislazione nazionale;

  4. riceve e gestisce i risparmi dei suoi soli membri e fornisce loro fonti di credito;

  5. fornisce credito sulla base di un tasso annuo effettivo globale inferiore a quello prevalente sul mercato o soggetto ad un limite massimo fissato dalla legislazione nazionale;

ed alla quale possono aderire in qualità di membri soltanto le persone che risiedono o che lavorano come dipendenti in una zona determinata o i dipendenti, in attività o in pensione, di un determinato datore di lavoro, o le persone che soddisfano altri criteri fissati dalla legislazione nazionale quale condizione per l'esistenza di un vincolo comune fra i membri.

 

Enti e Cooperative Finanziarie costituite da dipendenti pubblici hanno lo scopo, utilizzando risorse economiche reperite esclusivamente tra i soci nei limiti posti dalla normativa vigente, di dare credito a persone che nonostante anni ed anni di sacrifici si ritrovano a disporre di mezzi insufficienti a realizzare i propri progetti, o ad affrontare sopraggiunti imprevisti ed improcrastinabili bisogni. Persone che improvvisamente scoprono che il sistema “creditizio” non è disposto a “credere” nelle loro potenzialità, né nelle potenzialità delle loro famiglie.

 

Nel corso del 2010, partecipando singolarmente ad eventi organizzati dalle associazioni di categoria per seguire ed informare le società finanziarie circa l’evoluzione dell’iter legislativo che ha portato al Decreto Legislativo 141/2010, i dirigenti di alcune di queste Casse hanno avuto la fortuna di incontrarsi, conoscersi, verificare la comune appartenenza all’ambito delle cooperative costituite tra dipendenti di enti o aziende che svolgono servizi pubblici, confrontarsi sulle problematiche sopraggiunte in seguito alla “riforma del titolo V”, ed hanno deciso di unirsi per sensibilizzare il legislatore delle comuni esigenze.

 

Insieme abbiamo sottoposto alle associazioni di categoria, alle istituzioni ed agli organi di vigilanza, ansie e preoccupazioni, a partire dalla scomparsa della forma giuridica cooperativa tra quelle ammesse all’iscrizione nel nuovo albo unico delle società finanziarie.

 

Il 21 febbraio 2011 l’ Istituto di Previdenza, Sovvenzione e Mutuo Soccorso tra i dipendenti dell’acquedotto di Napoli Società Cooperativa; la Cassa Maurizio Capuano Società Cooperativa avente sede in Napoli; la CassaCoop Dipendenti Servizi Pubblici Mobilità Integrata Emilia Romagna Società Cooperativa e la Cassa Depositi e Prestiti Società Cooperativa fra il Personale A.M.T. di Genova si sono associate ed hanno fondato la ASSO.COOP.FIN. per chiedere regole certe e rigorose che consentano alle Cooperative Finanziarie costituite tra dipendenti pubblici di continuare ad operare nelle forme storiche e nei modi sino ad oggi consentiti dai Decreti Ministeriali del 1995 e dalle interpretazioni fornite negli anni dalle autorità di vigilanza.

 

Le novità introdotte nel T.U.B. dal Decreto Legislativo 19 settembre 2012, n. 169 rendono necessario rafforzare l’Associazione affinché possa continuare a tutelare gli aderenti nella prossima delicatissima fase di revisione dell’elenco dei soggetti che continuano a svolgere la propria attività ai sensi dell'articolo 112, comma 7.

 

Insieme saremo più forti! Insieme possiamo farcela!

 

AGGIORNAMENTO 12/05/2014